Published On: Aprile 14, 2022868 words4,3 min read

Ciao a tutti!

Inauguriamo la nostra sezione Tutorial con un progetto di “memory keeping”.

Ma che cos’è esattamente il memory keeping? Possiamo tradurlo con l’espressione “conservazione dei ricordi”. E che cosa, meglio di una fotografia, ci può aiutare a preservare i nostri ricordi?

Al centro del memory keeping c’è proprio lei, LA FOTO.

I tempi cambiano e con essi anche anche il modo in cui le generazioni conservano i propri ricordi. La maggior parte dei giovani non hanno l’abitudine di stampare le foto e, ammettiamolo, anche noi abbiamo un po’ perso quell’abitudine. Personalmente io sono sempre stata una memory keeper incallita, fin da bambina. Ho centinaia, forse migliaia, di foto stampate ed era emozionante l’attesa dello sviluppo del “rullino fotografico” perché eri costretto ad aspettare qualche giorno prima di rivivere quei ricordi! Poi c’è stato l’avvento della fotografia digitale. Una grande invenzione! Perché è senz’altro comodo poter scattare più di una fotografia per poi scegliere quella migliore, ma questo ha portato la maggior parte di noi ad archiviare i nostri ricordi su un pc, un hard disk esterno o un cloud, con il rischio (che nella maggior parte dei casi è più un dato di fatto che un rischio) di lasciarli “riposare” senza degnarli più di uno sguardo.

A me è successo proprio questo! Ed è uno dei miei più grandi rammarichi.

Poi lo Scrapbooking è entrato a far parte della mia vita ed ecco riaffiorata la mia natura di memory keeper.

Ci sono diversi modi per dare la giusta importanza ai ricordi, per dar loro il valore che meritano. C’è chi ama i Layout, chi preferisce i mini album, chi si dedica al Project Life, al Traveller’s Notebook e chi più ne ha più ne metta. C’è chi lascia spazio solo alla fotografie, chi ama il journaling (una sorta di “diario”), chi traduce i ricordi in colori!

Io scelgo le modalità in base a ciò che voglio ricordare. Se voglio ricordare un viaggio o una giornata importante in cui ho scattato tante foto, il mini album è sicuramente la mia prima scelta. Ci sono poi i momenti isolati ma che desidero ricordare e fissare nella mia memoria. In quel caso scelgo un Traveler’s o un Project Life.

Quest’anno ho deciso di usare un Art Journal ad anelli per ricordare i momenti belli. Era da un po’ che volevo iniziare, ma tra una priorità e l’altra non ho mai iniziato. Oggi, invece, ho deciso che era giunta l’ora!

Ho sfogliato la galleria del mio iphone e ho stampato qualche foto. Ho iniziato con una foto del mese scorso, marzo 2022, ma ho già stampato anche foto precedenti a quella data che scrapperò prossimamente. Il bello del journal ad anelli è che puoi spostare le pagine a tuo piacimento, quindi non è sempre necessario seguire l’ordine cronologico.

Il Journal che ho usato è l’ultimo di Art by Marlene. Viene venduto con gli inserti di carta bianca da mixed media da 300 gsm, ma Marlene ha ben pensato, però, di realizzare gli inserti anche nei colori nero e craft. Il mio journal è un “handy size”, ovvero un 14,5 x 19 cm (gli inserti misurano 12, 5 x 18 cm) e lo trovo molto pratico perché è piccolo ma non troppo, sufficientemente grande per accogliere una foto 10 x 15 cm o 7,5 x 10 cm (mezza 10 x 15 cm, per capirci) e poter creare un layout con decorazioni e journaling.

Ecco come ho realizzato le mie paginette:

 

Sulla pagina di sinistra ho applicato una patterned su tutta la superficie. Prima di incollarla ho timbrato dei cerchi che ho parzialmente tagliato con il cutter e la forbice di precisione, per poterci infilare la foto (che ho prima “mattato” con del cartoncino nero). Ho aggiunto qualche decorazione ritagliata a mano da una patterned e ho applicato un sentiment. Ho anche pensato di infilare un piccolo ritaglio sotto la fotografia da poter dedicare ai miei pensieri privati, lontani da occhi indiscreti!

Ho anche timbrato una farfalla dallo stesso timbro con un tampone nero e l’ho embossata con la polvere da embossing trasparente e l’ho incollata solo al centro, lasciando le ali mobili, sul cerchio che accoglie la fotografia. 

Sulla pagina di destra ho usato la stessa patterned ma ho lasciato uno spazio bianco di circa 6 cm sulla parte superiore della pagina. Poi ho semplicemente incollato una Journaling Card che ritenevo fosse perfetta, ma prima l’ho timbrata con lo stesso timbro che ho utilizzato sull’altra pagina, per creare una sorta di continuità e dare equilibrio alla composizione.

In pochissimo tempo ho valorizzato un ricordo che porto nel cuore e l’ho fatto “a modo mio”!

Spero che questo video tutorial vi possa essere d’ispirazione.

Qui sotto trovate la lista dei materiali che ho utilizzato.

A presto con il prossimo progetto!

Michela

 

PRODOTTI UTILIZZATI:

Art Journal Art By Marlene: https://www.sopralerighe.eu/prodotto/art-by-marlene-art-journal-handy-size/

Patterned Happy Days (Sun Chaser – Heidi Swapp): https://www.sopralerighe.eu/prodotto/heidi-swapp-patterned-happy-days-sun-chaser/

Patterned Sun and Fun (Sun Chaser – Heidi Swapp): https://www.sopralerighe.eu/prodotto/heidi-swapp-patterned-sun-and-fun-sun-chaser/

Timbro Butterfly Effect (Visible Image): https://www.sopralerighe.eu/prodotto/timbro-clear-butterfly-effect/

Sticky Quotes Bold & Bright (Art by Marlene): https://www.sopralerighe.eu/prodotto/art-by-marlene-sticky-quotes-bold-bright-2/

Polvere da embossing clear: https://www.sopralerighe.eu/prodotto/ranger-embossing-powder/

Tampone nero: https://www.sopralerighe.eu/prodotto/tampone-versafine-onyx-black/

Leave your comment

Related posts